Sara Bozzo tra i relatori del Data Management Summit di Madrid

Spanish Version – English Version

Sveliamo giorno dopo giorno tutti quei professionisti che parteciperanno con le loro carte all’interno dell’evento più importante del Data Management. Per la prima volta un forum cerca di concentrarsi sulla gestione dei dati nella sua interezza, dalla governance, attraverso la sicurezza, il cloud, l’apprendimento automatico, la virtualizzazione dei dati e molto altro ancora. Oggi vi presentiamo Sara Bozzo Ceo di Factory Software

Raccontaci un po’ della tua carriera professionale

Ho iniziato come programmatrice nel 1996 Visual Basic, per poi abbracciare il mondo Microsoft a partire dai primi anni 2000.

Da quel momento mi sono occupata prevalentemente di Data Analytics, seguendo gli sviluppi che la piattaforma SQL ha avuto nel tempo.

Quali sono le vostre sfide, cosa vi piace fare con i dati?

Dei dati mi piace estrarne gli Insight: estrapolarli, analizzarli e presentarli nella forma migliore affinchè diventino informazioni utili per il business 

Pensate che le aziende abbiano la cultura giusta per gestire i dati in modo diverso?

No, purtroppo crediamo che la ‘cultura del Dato’ sia ancora acerba. Sono importanti momenti come questo, in quanto si può contaminarsi di idee e diffondere la conoscenza sull’importanza del Dato

Quali sono le sfide più importanti per CIO, CDO, CDO, CTO nel 2020?

Una delle sfide più complesse credo sia rendere accessibile il Dato a tutti gli Stakeholders affinchè possano prendere delle decisioni basate su dati concreti e coerenti, in modo tempestivo e lungimirante per l’azienda, soprattutto al fine di una strategia aziendale efficace

Di cosa vuoi parlare al Data Management Summit?

IoT Smart project, un caso aziendale che abbiamo affrontato 

Hai sostenuto l’evento fin dall’inizio. Perché?

Si, ne siamo Sponsor en la edición italiana, proprio perchè come detto, crediamo nell’importanza di diffondere la cultura del Dato 

Perché il DMS?

Le sfide della BI self-service, dell’apprendimento automatico e dell’intelligenza artificiale domineranno il futuro dei dati. L’evento permetterà ai partecipanti di immergersi nelle ultime tendende sull’analisi dei dati, concentrandosi sulle tecnologie emergenti che offriranno le maggiori opportunità di impatto all’interno delle organizzazioni.

Gli eventi sono gratuiti, ma con posti limitati e ogni iscrizione è stata valutata dal comitato di ammissione formato dagli organizzatori. La selezione viene effettuata utilizzando il profilo LinkedIn.

Il programma della conferenza comprende diverse presentazioni tecniche su Data Management, Data Governance, Data Governance, Data Quality, Data Quality, Security, Analytics, Machine Learning e Cloud Computing, tra gli altri.

Dove

Abbiamo scelto il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Pavia come partner di questa edizione italiana. Il DMS ha sempre cercato contatti con il mondo universitario: l’edizione spagnola si terrà presso l’Universidad Politécnica de Madrid.

La missione è quella di creare un evento esclusivo per guidare la comunità del data management nel panorama tecnologico parlando di soluzioni e non di piattaforme. L’evento vuole essere un forum di discussione aperto per la condivisione di esperienze e casi d’uso. Un ponte con il mondo accademico e le nuove generazioni che vogliono fornire esperienza e imparare da ciò che viene realmente fatto nelle aziende nel campo dei dati.

Quando

L’evento italiano si é giá tenuto il 17 di Settembre a Pavia, mentre l’evento spagnolo si terrà mercoledì 16 ottobre 2019 presso la Universidad Politécnica de Madrid, Escuela Técnica Superior de Ingenieros de Telecomunicación, Avenida Complutense, 30 – Madrid (España).

Informazioni su ETSIT-UPM

La Escuela Técnica Superior de Ingenieros de Telecomunicación de la Universidad Politécnica de Madrid, situata nel Campus di Eccellenza Internazionale di Moncloa (Ciudad Universitaria) è un centro di riferimento nazionale e internazionale nel campo dell’insegnamento, della ricerca e sviluppo tecnologico e dell’innovazione nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT).

La Scuola mantiene stretti rapporti e contratti di ricerca e collaborazione didattica con le più importanti aziende del settore ICT con una partecipazione molto attiva ai progetti finanziati dal Programma Quadro UE e dal Piano Nazionale di R&S&I.